Close

MEDICO CHIRURCO SPECIALIZZATO IN OFTALMOLOGIA

Cerca
Close this search box.

 

 

 

Impianto di Anelli Intrastromali Corneali (Kerarings)

 
 

Vi descriverò l’innovativa tecnica di impianto di anelli intrastromali corneali, noti anche come Kerarings. Questa procedura avanzata rappresenta una soluzione efficace e sicura per il trattamento di varie patologie corneali, in particolare il cheratocono.

 

Che cosa sono i Kerarings?

 

I Kerarings sono sottili anelli semicircolari realizzati in PMMA (polimetilmetacrilato), un materiale biocompatibile, che vengono inseriti nella cornea per modificarne la curvatura. Questa modifica aiuta a correggere la visione distorta causata dal cheratocono, una condizione in cui la cornea assume una forma conica irregolare.

 

 

Quali sono le indicazioni per l’Impianto di Kerarings?

 

L’impianto di Kerarings è indicato principalmente per pazienti con cheratocono progressivo che non riescono più a ottenere una visione adeguata con occhiali o lenti a contatto. È particolarmente utile nei casi in cui altre terapie non chirurgiche non hanno avuto successo o non sono più tollerate.

 

Come si Svolge la Procedura di impianto di kerarings con Femtolaser?

 

L’intervento di impianto di anelli intrastromali è minimamente invasivo e viene eseguito in anestesia locale.

Ecco i principali passaggi della procedura:

  1. Valutazione Pre-Operatoria: Una serie di esami dettagliati della cornea, inclusa la topografia corneale, per determinare l’idoneità del paziente alla procedura.
  2. Preparazione della Cornea: Viene creato un tunnel intrastromale mediante un laser femtosecondico o manualmente, attraverso il quale verranno inseriti gli anelli.
  3. Inserimento dei Kerarings: Gli anelli vengono delicatamente inseriti nei tunnel creati, posizionandoli in modo da ottenere il miglior effetto correttivo possibile.
  4. Recupero Post-Operatorio: Dopo l’intervento, il paziente può tornare a casa lo stesso giorno. Sono prescritti colliri antibiotici e antinfiammatori per facilitare la guarigione e prevenire infezioni.
  5.  

Vantaggi dei Kerarings:

 

  1. Recupero Rapido: Essendo una procedura minimamente invasiva, i tempi di recupero sono generalmente brevi, con molti pazienti che riprendono le attività quotidiane in pochi giorni
  2. Minimo fastidio post-operatorio
  3. Compatibilità con Altre Terapie: I Kerarings possono essere combinati con altre terapie, come il cross-linking corneale, per ottimizzare i risultato riguardo al rallentamento/blocco della progressione della ectasia corneale.
  4. Procedura reversibile:  nella rarissima eventualità i keraring possono essere asportati 
  5. Assenza di rigetto: essendo costituiti di materiale inerte non esiste il rischio di rigetto come invece succede nel trapianto di cornea 

 

Sono utilizzati i cookie per personalizzare contenuti del sito web, sia cookies tecnici (necessari al suo corretto funzionamento) che di analisi del sito, per ottimizzarne le funzionalità. La prosecuzione della navigazione o l’accesso a qualunque sezione del sito senza avere prima accettato le informazioni relative ai cookies potrà limitare la fruibilità di alcune funzioni del sito web. L’informativa estesa è consultabile cliccando sul tasto “leggi di più”. L’accettazione della nostra policy sui cookie avviene cliccando sul pulsante Accetta.