Chirurgia Refrattiva

E' un insieme di tecniche chirurgiche che vengono usate per correggere i vizi refrattivi come  la miopia, l'ipermetropia e l'astigmatismo. Sono allo sviluppo tecniche per la correzione della presbiopia. I suddetti difetti possono essere normalmente corretti con l'uso di occhiali e lenti a contatto.
 L'intervento chirurgico è generalmente consigliato in presenza di difetti elevati, difetti molto sbilanciati tra un occhio e l'altro, casi di intolleranza alle lenti o attività lavorative dove l'uso di lenti costituisca un problema (ad esempio nell'aviazione).
I vizi refrattivi possono essere corretti chirurgicamente ricorrendo alla correzione della curvatura corneale , come accade più frequentemente, oppure alla chirurgia endo-oculare. La misurazione dell'entità del difetto refrattivo, ovvero l'esame della vista, è solo il primo passo per la selezione del paziente da sottoporre all'intervento. Infatti dopo una visita oculistica approfondita per verificare che l'occhio sia sano è necessario eseguire una serie di esami strumentali per la valutazione della cornea (topografia, pachimetria e pupillometria)
L'intervento è generalmente definitivo, ma richiede un periodo di assestamento di qualche mese. Sebbene la capacità visiva migliori sempre, talvolta può permanere o ricomparire a distanza di anni un piccolo residuo refrattivo, che spesso però può essere corretto grazie a un secondo intervento di minore entità. Raramente non è possibile correggere tutto il difetto refrattivo con un unico intervento e il dott.Luccarelli proporrà la soluzione personalizzata alle esigenze del singolo paziente.